Addominali e pancetta: tutta la verità

È già un anno che vai in palestra, eppure, tutte le volte che abbassi lo sguardo è sempre lì: quel fastidioso rotolino di troppo, che non si schioda nonostante le ore di allenamento!

La bilancia è dalla tua, ma lo specchio sfacciatamente ti riflette un ventre prominente, nonostante i kg persi.

Sei sulla strada giusta ma forse non sai che …

A ognuno la sua pancia

Ci sono diversi tipi di pancetta: quella floscia, che riveste come un salvagente la zona del giro vita e quella gonfia, che si espande soprattutto in avanti, come se avessi mangiato un’anguria intera senza nemmeno tagliarla a fette! A seconda del tuo tipo di pancia le soluzioni sono diverse. Cominciamo dalla pancia floscia, quindi rotolino attorno alla cintura e nessuno dei “six pacs” in vista.

La tartaruga si scolpisce a tavola!

Addominali scolpiti - tartarugaEbbene si: questa è la dura realtà, inutile negarlo! Gli accumuli di grasso stanno sopra la parete addominale, nascondendo alla vista la tanto desiderata tartaruga. Ma non serve disperarsi! Prova innanzitutto a fare queste 3 semplici cose:

  • mangia carboidrati nella prima parte della giornata e cerca di preferire sempre quelli integrali (es. pasta integrale, pane integrale, orzo o farro, kaputt, …)
  • riduci il più possibile, ma in maniera molto graduale, gli zuccheri semplici ( non devi di colpo bere il caffè amaro, ma cerca di passare a 3/4 di cucchiaino, poi metà, poi 1/4 e così via, in modo che il tuo gusto si abitui)
  • bevi bevi bevi! (…acqua! Non fare il furbo!)

Lavora su grandi aree, poi rifinisci.

Se il tuo problema è la ciccetta del giro vita, devi dedicare il grosso del tuo allenamento ad esercizi che facciano lavorare tanti muscoli contemporaneamente come lo squat, gli affondi e gli stacchi. Solo dopo puoi dedicarti alla rifinitura della zona che ti interessa, cioè gli addominali.

Ti senti gonfio?

pancia gonfiaSe invece il tuo problema è un rigonfiamento della parte inferiore del ventre, la strada da percorrere è questa:

  • evita bevande zuccherate gasate e alcolici (birra in primis)
  • limita il sale
  • modera il latte di mucca e i suoi derivati e i cibi che contengono lievito
  • mangia piano e mastica bene

La linea è nel bacino

Se il bacino non è nella posizione corretta, gli organi che sono contenuti al suo interno (come in una bacinella appunto) vengono spinti verso l’esterno fino ad appoggiarsi contro la parete addominale, tenendola tesa e gonfia.

Per evitare questo il lavoro va concentrato soprattutto su trasverso e obliqui, cioè i due addominali che hanno più funzione contenitiva. Per correggere la postura gli esercizi vanno fatti mantenendo delle posizioni statiche, in modo da allenare i muscoli a correggere la postura durante tutta la giornata.

Ultimo consiglio:

Evita sempre le diete improvvisate e rivolgiti a un professionista della nutrizione e ricordati che gli addominali fatti bene non sovraccaricano la zona lombare, anzi! Se senti dei fastidi alla schiena forse non li stai facendo correttamente. Chiedi consiglio al tuo personal trainer.