L’importanza dell’acqua

Sappiamo tutti che bere tanta acqua fa bene alla nostra salute. Gli esperti consigliano di raggiungere almeno 1,5/2 litri di acqua al giorno per i soggetti sedentari e ancora di più quando si fa sport. Cerchiamo di scoprire perché bere è così importante!

Acqua

  • Siamo composti prevalentemente da acqua e più ne introduciamo con l’alimentazione, più riusciamo a fare un ricambio tra “acqua sporca” e “acqua pulita”, favorendo l’eliminazione di tossine e altri prodotti di scarto, che altrimenti rimarrebbero più a lungo all’interno del nostro organismo. A livello estetico, inoltre, una pelle ben idratata appare subito più liscia e più tonica. Ricordati che la disidratazione è anche una delle principali cause di inestetismi come pelle secca e cellulite!
  • Bere aiuta a digerire meglio! Con l’acqua devi formare le secrezioni pancreatiche, la bile e le secrezioni intestinali. Se non ne introduci dall’esterno, l’acqua verrà sottratta dove ce n’è di più, cioè dal plasma e questo determinerà un calo del volume del sangue. In questi casi il sistema cardiocircolatorio non ha più sufficiente liquido da pompare e si verificano le PALPITAZIONI cardiache. Questo, in chi beve poco, succede spesso dopo i pasti!
  • Il tessuto fasciale, che avvolge i nostri muscoli e forma i tendini e i legamenti, ha bisogna di acqua (e di movimento) per rimanere elastico. Più rimane elastico è più si può adattare ad eventuali movimenti scorretti, come scivolate o cadute, prevenendo un sacco di piccoli infortuni.

Non dobbiamo quindi esitare a bere un bel bicchiere d’acqua più volte al giorno! La dose ideale si aggira attorno agli 8 bicchieri al giorno, ma può variare in funzione dell’attività fisica svolta. Va benissimo quella di rubinetto. Il calcare che possiamo trovare nell’acqua del nostro acquedotto è carbonato di calcio, ottima fonte di calcio, non quello pericoloso per la formazione dei calcoli  e cioè è l’ossalato di calcio. E’ più facile farci del male non bevendo, anche perchè alcune nostre abitudini, purtroppo, facilitano i processi di disidratazione. Non sono necessariamente cattive abitudini. Basta conoscerle per poter agire di conseguenza! Vediamone alcune:

  • Alcune bevande, tra cui il caffè, sono diuretiche per natura e se poi nel caffè mettiamo anche un po’ di zucchero (di cui non ci sarebbe bisogno) peggioriamo ulteriormente le cose, predisponendoci a crampi, rigidità muscolari e mal di testa. Bere un bicchiere d’acqua dopo il caffè ci aiuta a prevenire questi effetti collaterali.
  • Quando fai attività fisica, soprattutto se all’aperto e fa caldo, aumenta la dispersione di liquidi tramite la sudorazione, quindi è importantissimo idratarsi correttamente. Come fare a sapere se durante l’allenamento hai perso troppi liquidi e ti sei disidratato/a? Pesati prima e dopo la seduta di allenamento: non devi aver perso più dell’1% del tuo peso corporeo.

Spesso però non è così facile raggiungere la giusta quota di acqua giornaliera, perché, finché non prendiamo questa corretta abitudine (e potrebbe volerci un po’ di tempo) bere non è poi così invitante. Bisogna avere un po’ di pazienza, perché più ti abitui  a bere e più il tuo corpo impara a sentire lo stimolo della sete. E’ un po’ come se il meccanismo di affinasse da solo. Nel frattempo, ti diamo degli spunti per rendere “l’allenamento al bere” più piacevole!

Acque aromatizzate fai da te!

Acqua aromatizzataLe acque aromatizzate sono elemento chiave in molti programmi per una pancia piatta. Il principio su cui si basano è quello di aromatizzare l’acqua e renderla gustosa e dissetante, così sarà più facile bere di più. Oltre ad idratare il corpo, queste bevande forniscono gli elettroliti necessari ad equilibrare il metabolismo e lottare contro la ritenzione di liquidi. Poi comporle come preferisci, prediligendo la frutta di stagione. La versione che ti proponiamo ha, inoltre, un ottimo potere drenante!

Acqua al cetriolo: 2 litri di acqua, 1 cucchiaino di zenzero fresco grattugiato, 1 cetriolo tagliato a fettine, 1 limone tagliato a pezzetti e 12 foglie di menta fresca. Mescola il tutto e fai macerare per qualche ora, poi consuma.

Durante le stagioni fredde, puoi trasformare le acque aromatizzate in degli infusi da bere caldi!

Infuso allo zenzero: 2 litri di acqua, 1 radice di zenzero, 1 limone, 1 foglia di alloro. Porta a bollore l’acqua, poi lascia gli ingredienti in infusione per 20 minuti, prima di filtrare e bere.

Estratti e frullati

Per idratarti e fare il pieno di vitamine, un’altra soluzione sono gli estratti o i frullatiOttimi da consumare come spuntino di metà mattina o di metà pomeriggio, soprattutto nei periodi di grande caldo. Te ne proponiamo alcuni in tre varianti: abbronzantitonificanti e depurativi!

Estratti e frullati

One thought on “L’importanza dell’acqua”

Comments are closed.