Come applicare in palestra la scienza della morfologia umana – parte 3 – il soggetto mesomorfo

Continuiamo il nostro viaggio alla scoperta della nostra biotipologia, analizzando, una per volta, le varie possibilità.

visi diversi

Se hai fatto il test che ti abbiamo proposto nel precedente articolo, hai già individuato quale è la tua biotipologia prevalente. Ti ricordiamo, ancora una volta, che è quasi impossibile che tu corrisponda al 100% ad un unico profilo. Ed è proprio il combinarsi di differenti percentuali di una biotipologia o di un’altra che ci rende diversi gli uni dagli altri. La descrizione che leggi in questo articolo è frutto di una semplificazione e si riferisce ad una biotipologia pura (100% mesomorfa in questo caso). Questo per poterti dare delle linee guida abbastanza generiche, che sono la base per poi personalizzare ancora di più i tuoi allenamenti e i tuoi pasti, magari con l’aiuto di un professionista esperto di quel settore.

Fatte le dovute premesse, andiamo a scoprire la biotipologia di cui ci occupiamo in questo articolo: il soggetto mesomorfo!

Il soggetto mesomorfo

Soggetto mesomorfo

Se ti sei scoperto un soggetto mesomorfo, significa che, durante il tuo sviluppo, il foglietto embrionale che si è sviluppato maggiormente è stato quello mesoblastico, che si occupa di generare muscoli, ossa e tutto quanto è legato alla prestanza fisica.

Allenamento e attività fisica

Il tuo fisico è ben attrezzato per resistere anche a grandi fatiche, e anzi, spesso fare attività fisica può essere la valvola di sfogo migliore per gestire le tue energie normalmente inesauribili. La tua muscolatura è tendenzialmente tonica anche se non ti alleni e la struttura fisica tende ad essere robusta. Riesci ad aumentare la massa muscolare con poco sforzo. Questa predisposizione di solito è molto gradita agli uomini, ma non alle donne. Una volta che sai che le cose stanno così per “colpa” (o merito!) della tua biotipologia, è facile prendere provvedimenti e adattare gli allenamenti in base al tuo sesso e ai tuoi obiettivi.

Se non vuoi ingrossare le gambe:

  • Esegui sempre gli esercizi con il massimo range di movimento possibile, in modo da mantenere i muscoli lunghi, affusolati e flessibili. Evita, invece, i movimenti di ampiezza ridotta, che tendono ad accorciare e gonfiare di più i muscoli anche in soggetti non predisposti ad ingrossarsi.
  • Per quanto riguarda la tonificazione, orientati più su un lavoro per la forza pura, come fanno gli atleti o i pesisti, che non su uno stile body building. Banalizzando un po’: meglio se ti alleni con dei balzi a corpo libero o con dei bilancieri piuttosto che sulle macchine. Ovviamente nella realtà le cose non sono così semplici, e il corpo va preparato a un lavoro del genere, altrimenti il rischio di infortunarsi è alto. Se invece ti piace un corpo con la massa muscolare ben sviluppata, via libera al tipo di allenamento che più preferisci.
weights

Un discorso a parte merita la parte alta. Per rendere la struttura più armoniosa, inserisci un lavoro specifico sugli addominali obliqui, in modo da delineare maggiormente il punto vita. Sia che tua sia uomo o donna, di solito, la struttura solida del soggetto mesomorfo ha la forma di un quadrato e busto e gambe sono di pari lunghezza. Evidenziare maggiormente il punto vita, oltre a slanciare la figura, permette di rendere la figura più femminile, se sei una donna, o di aumentare la differenza ottica tra diametro delle spalle e dei fianchi, facendoti sembrare ancora più atletico se sei uomo.

half kneeling cruch

Altri consigli utili

  • Ricordati di allenare sempre il cuore, muscolo spesso trascurato, ma che, nel tuo caso, deve rifornire di ossigeno una struttura abbondante e affamata! Quindi, nella tua programmazione, inserisci sempre una parte cardio una o due volte alla settimana. Scegli pure tra quello che preferisci: bici, corsa, nuoto, aerobica o step, nordik walking e chi più ne ha più ne metta!
  • Cerca di importi una certa disciplina negli allenamenti. Di solito, quando i risultati arrivano con facilità, come nel tuo caso, è facile cominciare a saltare le sedute o farti prendere dall’impulsività e dall’umore della giornata e lasciar perdere tutto quando sei nervoso o sotto stress. Programmare le sedute, gli obiettivi e la strada da fare passo passo ti semplificherà le cose e ti aiuterà nella costanza, in modo da consolidare i progressi raggiunti.
  • La tua prestanza fisica ti permette di scegliere qualunque attività tu voglia fare senza farti particolari scrupoli. Se proprio vogliamo guardare il pelo nell’uovo, le tue reazioni psico-motorie non sono proprio rapidissime. Per colmare questa piccola lacuna, inserisci sempre dei lavori di coordinazione e reattività, cercando di allenare il più possibile anche le tue componenti elastiche e miofasciali. Questo ti renderà più pronto negli scatti e nei cambi di direzione, tanto utili negli sport di squadra, e ti aiuterà a rendere tutti i movimenti più fluidi ed armonici.
windmill

Alimentazione

L’importante percentuale di tessuto muscolare che ti caratterizza in quanto soggetto mesomorfo, fa sì che il tuo metabolismo basale è molto attivo. Una grande quantità dell’energia introdotta con il cibo viene utilizzata per dar da mangiare ai muscoli o dissipata in calore. Di solito è difficile trovare un mesomorfo freddoloso.

Se sei un soggetto sano, quindi, non ci sono particolari restrizioni o indicazioni su alimenti consigliati o da evitare. Per mantenerti in forma ti basta seguire un’alimentazione variata nelle scelte, in base ai gusti e alla stagionalità ed equilibrata a livello di macronutrienti.

Frutta e verdura

Per cui, finchè fai un po’ di attività fisica, è tutto in discesa. Quello a cui devi invece fare molta attenzione sono i periodi di inattività! Se, ad esempio, sei costretto a stare fermo a lungo per un infortunio o per problemi di lavoro, è importantissimo ridurre l’apporto calorico giornaliero, perchè la consueta vitalità ed appetito non coincideranno più con i consumi precedenti.

Se sei una donna, un periodo molto delicato è quello della menopausa. Il nostro consiglio, in questi casi, è di farti supportare da un professionista durante questa fase di transizione.

Infine, se ti senti spesso irascibile o nervoso, e non riesci a sfogarti a sufficienza nemmeno con la palestra, prova a ridurre leggermente il consumo di carne.

E quindi?

Se tutte queste informazioni ti sembrano difficili da gestire in autonomia, ma vuoi riscoprire il piacere di mantenerti attivo rispettando la tua biotipologia, contatta le nostre Personal Trainer e costruisci con loro il percorso più adatto alle tue esigenze!

Personal Trainer WellGym
Tag:, , , , , ,

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.