Come applicare in palestra la scienza della morfologia umana – parte 2

Nel precedente articolo hai capito cosa sono le biotipologie e perchè è importante calibrare su di esse la tua alimentazione e il tuo allenamento. Prima di vedere nel dettaglio come farlo, però, è importante capire a quale biotipologia appartieni.

Ricordati sempre che è quasi impossinbile che tu corrisponda al 100% ad un’unica biotipologia. L’importante è individuare, nel tuo specifico caso, quale delle tre predomina. In base a questo potrai cominciare a fare i primi adeguamenti per indirizzarti verso l’allenamento e l’alimentazione più corretti per te. In un secondo momento, poi, potrai dedicarti alle rifiniture, magari con l’aiuto del tuo personal trainer, di un bravo naturopata o di un nutrizionista. E’ come scolpire una statua nel marmo, prima diamo una forma grossolana, poi definiamo un po’ alla volta i dettagli. Bastano un po’ di pazienza e di costanza.

Quindi, per cominciare dalle basi, ecco qui uno strumento di facile utilizzo con cui puoi cominciare subito. Prendi carta e penna e inizia a compilare il tuo profilo!

Ecco un test per identificare la tua biotipologia

Rispondi a queste 7 semplici domande sulla tua struttura fisica. In base alle tue risposte emergerà la tua biotipologia prevalente.

1. Che forma ha il palmo della tua mano?

mano nera

A) Quadrato e grande

B) Rettangolare

C) Quadrato e piccolo

2. Come sono le dite della tua mano?

A) Corte e squadrate, forti

B) Lunghe e parallele, forse anche affusolate

C) Corte e arrotondate, nel complesso la mano è piccolina, simile a quella di un bambino

3. A quale forma si assomiglia maggiormente il tuo viso?

visi diversi

A) A un quadrato, o un rettangolo a base larga o a una losanga

B) A un triangolo con la base in alto (fronte più ampia del mento) o a un rettangolo con la base stretta

C) A un cerchio (viso rotondo) o a un triangolo con la base in basso (mento più ampio della fronte)

4. Come è il tuo collo?

A) Ampio e muscoloso

B) Lungo e sottile

C) Corto e largo

5. Quanto riesci a stendere il gomito?

A) Poco meno di 180°

B) 180° o più (iperestensione)

C) Molto meno di 180°

6. Confronta la larghezza delle spalle con quella del bacino. A quale delle proporzioni descritte ti avvicini di più?

A) Le spalle sono più larghe del bacino

B) Spalle e bacino hanno grossomodo la stessa ampiezza

C) Le spalle sono più strette del bacino

7. Confronta la lunghezza del busto con quella delle gambe. A quale delle proporzioni descritte ti avvicini di più?

A) Busto e gambe sono quasi uguali

B) Le gambe sono più lunghe del busto

C) Il busto è più lungo delle gambe

Risultati

Quando hai risposto a tutte le domande, conta quante sono le A, le B e C. Ecco i risultati:

Maggioranza di risposte A =

sei in prevalenza di biotipologia “mesomorfa

Ectomorfo

Maggioranza di risposte B =

sei in prevalenza di biotipologia “ectomorfa

Endomorfo

Maggioranza di risposte C =

sei in prevalenza di biotipologia “endomorfa

E ora che lo so?

Adesso non ti resta che continuare a seguire il nostro blog e nei prossimi articoli troverai dei consigli su come mangiare e come allenarti per soddisfare al meglio i bisogni della tua biotipologia. Quindi come migliorare nei i tuoi punti deboli e come mettere il luce i tuo punti di forza in modo naturale, perchè stai rispettando la tua fisiologia. A presto!

Tag:, , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.