“Essere in forma è il pre-requisito per essere felici”

diceva Joseph Pilates.

“Mens sana in corpore sano” dicevano gli antichi molti anni prima di lui. E ora le più recenti evidenze scientifiche dimostrano che è proprio così!

Citazione

Infatti, oltre a rendere il nostro corpo più efficiente e performante, il movimento è capace di influenzare, attraverso il rilascio nel sangue determinati ormoni, anche il nostro umore. E perfino le emozioni che proviamo.

Meno stress e più sicurezza di sè

La ricercatrice Amy Cuddy ha condotto alcuni esperimenti sull’influenza della postura sulla secrezione ormonale. E’ riuscita a dimostrare come la postura che assumiamo determina un notevole cambiamento nella produzione di due ormoni molto importanti:

  • il cortisolo, l’ormone dello stress, e
  • il testosterone, l’ormone legato alla prestanza fisica e alla forza, all’essere giovani e attivi.

Basta modificare per due minuti la posizione assunta, e i livelli di questi due ormoni nel sangue si modificano. Posizioni più aperte, che indicano sicurezza di sè e ci fanno occupare più spazio sono in grado di alzare il testosterone. Contemporaneamente abbassano il cortisolo, rendendoci quindi più predisposti a reagire bene ad un evento stressante.

Si ricrea in questo modo una condizione che i leder naturali hanno già per predisposizione genetica.

Winner

Allena il tuo atteggiamento

La bella notizia è che un allenamento mirato al miglioramento della postura, che è la posizione che assume il nostro corpo durante la giornata, si rivela efficace per ottenere queste variazioni ormonali. Quindi mantiene alti i nostri livelli giornalieri di energia e ci mette in condizione di affrontare meglio quanto ci accade nella vita.

Per citare la stessa Amy Cuddy:

“Our body changes our mind, and our mind changes our behaviour and our behaviour changes our outcomes”

“Il nostro corpo cambia la nostra mente, e la nostra mente cambia il nostro atteggiamento (nei confronti della vita), e il nostro atteggiamento cambia i risultati che otteniamo”.

Citazione

Ti pare poco?

La tua postura è in grado di cambiare l’atteggiamento, fisico e mentale, con cui vai in giro per il mondo e ti presenti agli altri!

Siamo nati per muoverci

Da un punto di vista evolutivo, il movimento serve a spostarci per raccogliere informazioni sull’ambiente circostante in cui dobbiamo sopravvivere.

E’ quindi strettamente connesso al nostro sistema nervoso, che più viene stimolato tramite il movimento e più si mantiene giovane ed efficiente.

Per spronarci a muoverci ancora di più, il nostro corpo premia questo comportamento con la secrezione di serotonia, il neurotrasmettitore noto anche come “l’ormone del buonumore”.

Questo ci permette di allungare il nostro arco della salute, intesa non solo a livello di efficienza dei vari apparati e integrità delle articolazioni, ma anche di lucidità e presenza mentale. Tutto questo è la chiave per goderci più anni di vita attiva, liberi dagli acciacchi tipici dell’invecchiamento.

Movimento e divertimento

Il movimento è un farmaco naturale non replicabile da nessuna medicina. Ed è anche privo di effetti collaterali!

Non aspettiamo di essere ammalti per cominciare a muoverci, ma usiamo il movimento come la chiave d’accesso al nostro benessere!

Quale movimento scegliere?

Citazione

Ecco tre semplici consigli:

  • Se vogliamo che il movimento contribuisca alla nostra felicità, scegliamo innanzitutto una attività che ci piaccia. Questo ci permetterà di essere più costanti nello svolgerla e quindi di massimizzare i risultati.
  • Variamo il più possibile i nostri allenamenti tra posturale, tonificazione, attività cardio, stretching, lavori a corpo libero o con i pesi, esercizi lenti e veloci. Ogni variabile che inseriamo infatti ha un impatto su sistemi diversi: sistema muscolo-articolare, sistema cardiovascolare, metabolismo, coordinazione, ecc…

Come dice Mark Veestagen:

“La variabilità del movimento è l’olio del sistema nervoso centrale”

  • Cerchiamo di ritagliarci dei momenti della giornata in cui tenerci in movimento al di là del nostro allenamento programmato: andiamo al lavoro in bicicletta, scagliamo di fare le scale invece che prendere l’ascensore, facciamo una passeggiata e così via. Questi pochi minuti per volta a fine giornata si trasformeranno in una mezz’ora di movimento in più e in una mezz’ora di sedentarietà in meno!

Se vuoi avere al tuo fianco una guida che ti conduca passo passo in questo percorso verso la felicità, contatta le nostre Personal Trainer e costruisci con loro il programma più adatto alle tue esigenze!

Personal Trainer WellGym

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.